Maui

 
Non uno ma due antichi e potenti vulcani hanno fatto Maui, che sembra infatti l'unione di due isole distinte, una ad est ed una ad ovest. Seconda in grandezza tra le isole più grandi e abitate dell'arcipelago, con il maggior numero di spiagge balneabili di tutte le Hawai'i, è un arcobaleno di colori acceso da tramonti che non deludono mai. Sabbie gialle, nere, bianche, oro; falesie di ossidiana tagliente, montagne di un verde lussureggiante...
 

Maui è l'isola da dove cominciare ad assaggiare le Hawai'i, perchè le contiente un pò tutte, in piccole dosi. Ed è anche un'isola giovane che attrae artisti e regala leggende.

l mito racconta infatti che il dio Maui un giorno, si trovava fuori a pesca con i suoi fratelli più grandi, e che ad un certo punto il suo amo si impigliò sul fondo del mare; vantandosi di aver fatto abboccare un pesce enorme, chiese ai suoi fratelli di aiutarlo a tirarlo fuori dall’acqua, immaginate un pò la loro sorpresa quando si accorsero di non aver pescato un pesce bensì un intero arcipelago di isole! Naturalmente Maui scelse per sé la più bella e gli diede il suo nome… Noleggiando un’auto, ogni giorno andrete alla scoperta di una nuova spiaggia e di nuovi paesaggi, ogni spiaggia possiede una sabbia di colore e sfumature diverse, quindi un giorno vi troverete a Kaanapali a fare il bagno in un mare verde smeraldo davanti ad una spiaggia con la sabbia color biscotto, il giorno dopo vi immergerete nelle acque limpide di Napili Bay e magari nel pomeriggio potrete andare a visitare una delle tante piantagioni di ananas che la circondano; un altro giorno ancora vi tufferete nelle acque straordinariamente trasparenti di La Perouse Bay e della spiaggia di Oneloa, ma assolutamente non dovrete perdervi una giornata di snorkeling nelle acque di Molokini. Questo isolotto semi sommerso si raggiunge con un battello, ed è tutto ciò che rimane di un cratere vulcanico sprofondato sotto le onde del mare lasciando in superficie solo un piccolo ferro di cavallo, e creando sotto di sé un acquario naturale assolutamente unico nel suo genere, infatti rientra nella Top 10 Dive Spots of the World. Ma Maui non è solo mare, campionati di surf e tanto sole, l’entroterra dell’isola è ricoperto da una foresta lussureggiante dalla quale fa “capolino” il cratere di Haleakala, che in hawaiano significa “la casa del sole”. Questo nome deriva anche lui da una leggenda popolare secondo la quale la madre di Maui, Hina, si lamentava sempre che le giornate erano troppo corte e di conseguenza il bucato faceva fatica ad asciugare… Maui decise allora di scalare la montagna Haleakala e appena spuntarono i primi raggi di sole lui li afferrò e li legò strettamente con una corda ricavata dai capelli intrecciati di sua sorella; il Sole a questo punto implorò Maui di lasciarlo libero, egli acconsentì solo dopo avergli strappato la promessa di allungare la durata delle giornate, rallentando così la sua corsa nel cielo delle Hawai’i per 6 mesi all’anno e garantendo al popolo estati con giornate più lunghe. Che dire poi di una passeggiata all’interno della Iao Valley, chiamata anche la valle dei re e che prende appunto il nome dal dio di tutti gli dei, la Luce Suprema; si tratta di una lussureggiante riserva naturale dalla quale sarà possibile ammirare paesaggi mozzafiato in un’atmosfera di assoluta pace e tranquillità. “Le isole Hawai’i: le più belle isole all’ancora in tutti gli oceani.” Mark Twain

HALEAKALA NATIONAL PARK

L' Haleakala National Park ospita la vetta più alta di Maui, visibile praticamente da qualsiasi punto dell'isola.

In hawaiano Haleakala significa "casa del sole", questo a causa della leggenda che racconta di quando il semidio Maui catturò con un laccio il sole dal suo viaggio mentre egli stava sulla sommità del vulcano, imponendo a quest'ultimo di rallentare la sua discesa e di illuminare quindi qualche ora in più la sua bellissima isola.

Con una superficie di soli 118 chilometri quadrati, l'Haleakala National Park racchiude non solo paesaggi di incredibile bellezza naturale ma anche il più grande cratere vulcanico nel mondo, con una circonferenza di 34 chilometri e una profondità di circa 915 metri.

Per secoli il vulcano di Haleakala (oggi inattivo), il cui nome significa “ Dimora del Sole”, fu considerato dai locali un luogo sacro e di culto e tutt'ora si possono vedere i resti di un' antica strada di pietra usata dagli Hawaiani per salire sulla sommità e raccoglie le pietre per farne lame durissime per le loro lance e per adorare gli dei.

Percorrendo i vari sentieri che portano all'interno del cratere, si incontra una vegetazione rada, per lo più alberi di sandalo, licheni e arbusti di vario tipo in contrasto con la lussureggiante vegetazione tropicale della valle di Kipahulu.

Grazie alla sua posizione, alla purezza dell'aria e alla totale assenza di luci, la sommità dell'Haleakala è uno dei luoghi più visitati in tutto il mondo per l'osservazione astronomica.

Uno spettacolo assolutamente indimenticabile è assistere all'alba dalla sommità del cratere, dove sembra che il sole sorga direttamente dalla caldera.