Noumea

 

Cuore della città è la Place des Cocotiers  e il suo famoso chiosco musicale,  il luogo dove la popolazione ama ciondolare. Nei giardini lussureggianti, all'ombra degli alberi corallo, gli abitanti di Nouméa amano venire a pranzare in piedi e in fretta o semplicemente a riposarsi un po’.

Sempre al centro della città, il quartiere cinese con i suoi negozi variopinti e i suoi spuntini asiatici vi disorienterà piacevolmente. A breve distanza, il Quartier Latin, il Faubourg Blanchot e gli antichi quartieri della Vallée du Tir e della Vallée des Colons mettono in mostra un’ambientazione coloniale, con vecchie case di legno, abbellite da oggetti in ferro battuto e giardini fioriti di hibiscus e di bouganville.

L'Anse Vata e la Baie des Citrons sono i luoghi più animati del litorale. Paradiso dei kitesurfer e dei windsurfer, le baie sono anche le destinazioni preferite di famiglie, ciclisti e di chi pratica jogging. Gli abitanti di Nouméa sono molto sportivi e appena escono dagli uffici la riva del mare è presa d’assalto dagli amanti dell’attività fisica.  L'Aquarium des lagons figura tra i luoghi da non perdere della magia di Nouméa. Potrete ammirare alcuni dei tesori preziosi che popolano la laguna: nautili vivi, coralli fosforescenti, pesci Napoleone, squali… Inoltre, non mancate di visitare il Centre Culturel Tjibaou situato sulle baie di Tina. Quest'opera dell'architetto Renzo Piano è allo stesso tempo simbolo di riconciliazione e di apertura. Un luogo unico dove la cultura melanesiana si osserva, si crea, si vive e soprattutto si condivide.

Anche la fauna è vicina alla città. Fate una deviazione al Parc Forestier per ammirare il cagou o la rossette, fra le specie endemiche della Nuova Caledonia.